La storia della mia scuola

“Gianni Rodari”, “Pinocchio”, “Bruno Munari” sono alcuni dei nomi a cui si dedicano spesso le scuole dell’infanzia. Non accade spesso che siano dedicate a maestre che abbiano dedicato gran parte della loro vita, del lavoro e della creatività alle presenze vive di alunni che hanno attraversato quotidianamente aule scolastiche. E non è scontato nemmeno che le si dedichi a un Santo nel cui nome è sorto pure un centro sociale e culturale in un’area periferica del paese.

Le bambine e i bambini delle scuole dell’infanzia di Toritto hanno fatto un viaggio nella storia e nella fantasia, andando alla scoperta delle persone a cui sono state intitolate le scuole che frequentano. Hanno immaginato i loro volti e li hanno disegnati, hanno raccolto le loro foto e immagini, ne hanno ricostruito la storia e ricreato gli spazi, per meglio figurarseli e presentarli a noi. In questo modo i bambini non entreranno più negli edifici in cui trascorrono gran parte del loro tempo ignorando il significato del nome che è stato dato a quegli stessi edifici. E quei nomi acquisteranno finalmente valore e significato ai loro occhi.